fbpx

L’ascolto di noi

L’ascolto di noi

Non c’è persona al mondo che non nasconda dentro di sé il proprio bambino interiore.
Anche se non lo noti, o non lo percepisci, questo non significa nulla.
Attenzione, il bambino interiore non è un ricordo. Ma un elemento cardine della nostra psiche e del nostro IO.
E’ probabile che di fronte a questa mia affermazione … molti di voi sorridano ed ironizzino.
Questo perché siamo portati a percepire questo passaggio come un momento di innocenza, e quindi di possibile debolezza.
Eppure… se il nostro bambino interiore è ferito, la nostra parte adulta non si svilupperà in modo sano.
Come tutte le ferite, anche quelle emotive, ogni tanto tornano a farsi sentire e a far male. E quelle fisiche sono una diretta conseguenza di quelle emotive.
Tutto questo per dirvi cosa ?
Per ribadire l’importanza di una comunicazione fatta di dialogo ed ascolto con voi stessi; potete ascoltare sensazioni fisiche, emozioni, pensieri, intuizioni. Quando iniziamo a gestire in modo più consapevole questo “dialogo”, ci accorgiamo di come questo possa influenzare in modo positivo sulle dinamiche emotive e, quindi, migliorare complessivamente la salute e l’approccio alle giornate.
Per questi motivi, il dialogo interiore non deve mai essere percepito come una fragilità.
Con lo stesso approccio andrebbe gestita anche la necessità di una figura di aiuto o di sostegno, liberandosi dai pregiudizi legati a questo tema.
La bellezza della Biodinamica Craniosacrale si inserisce dolcemente in questo passaggio, come elemento rigenerante, bello, che ci mette in contatto con il nostro bambino interiore, e ci consente un tempo e un modo per gestire questo dialogo, accompagnati da una mano amica.

Io sono qui.. ti aspetto. Veronica