fbpx

Lo spazio dell’ascolto

Lo spazio dell’ascolto

IL TEMPO RITROVATO …

Vorrei ri-trovare del tempo per me stesso, ma “non ho tempo”. Questa è la nostra più grande menzogna, lo specchio dietro al quale ci rifugiamo.

Associamo la solitudine alla noia. E la combattiamo cercando di trovare sempre qualcosa da fare.

Rallentare diventa il desiderio “principe”, e con esso la speranza di riuscire a prenderci maggiore cura di noi. Tutti, infatti, percepiamo l’importanza di considerare la nostra vita come qualcosa di più del semplice “correre velocemente”.

Ma purtroppo anche il desiderio del “tempo ri-trovato” si inserisce nella modalità, qui –subito – e presto.

Viviamo sperando che il semplice desiderare una cosa, porti con sé il cambiamento. Ma il vero cambiamento, è “mettersi in gioco” e fare spazio nella propria vita e nuove esperienze, nuove abitudini, nuovi incontri.

Anche l’ascolto profondo del proprio corpo rientra in questa possibile “apertura” a nuove esperienze.

Si… perché entrare nel profondo di noi, lasciarsi condurre in luoghi a volte mai esplorati e dare a questa nuova dimensione, e al nostro corpo,  “il tempo” di agire / reagire, non è automatico come pensiamo.

Ci siamo mai chiesti se ascoltiamo veramente il nostro corpo ?

O lo abitiamo solamente ?

Il craniosacrale è dolce e rispettoso dei tuoi tempi e delle tue sensazioni. E’ un percorso dove ti accompagno in questo ascolto. Ed è un importante valore aggiunto perché ti “insegna” molto; tornerai a casa padroneggiando meglio le tue sensazioni.

Potremmo chiamarla ascolto, accettazione, quiete… il termine è poco importante. Quel che conta è il risultato.

Sono a tua disposizione, parliamone.